due segretucci (in vista del voto)

Segreto n.1- Io quando vado a votare mi commuovo, intendo proprio lungo il percorso che faccio da casa mia al seggio. A me piace molto camminare, in due ma forse ancora di più da sola: quando ho letto la biografia di Jobs, praticamente l’unica cosa che mi è stata simpatica di lui, oltre al fatto che era vegetariano, era che faceva lunghe passeggiate con i suoi collaboratori per prendere alcune delle decisioni più importanti. La trovo una cosa estremamente sana e saggia, per dire.

E così il giorno del voto mi piace mettere in tasca la mia tesserina elettorale piena di timbri e avviarmi con calma verso la scuola. E faccio sempre gli stessi pensieri: quando ho votato l’ultima volta, quando la prima (1994: mia mamma piangeva, non dico altro), cosa è cambiato nel frattempo nella mia vita, cosa no. E poi parte la vena lirica e penso a quanto è bello quello che sto facendo, a quanto è importante e fico che siamo tutti usciti di casa per fare la stessa cosa, e guardo gli altri e in alcuni casi basta un’occhiata per capirsi, per dirsi “Ragazzi, speriamo” e ci si sorride tra sconosciuti di età e estrazioni diverse, ma col medesimo pensiero.

E poi penso (non chiedetemi perché ma va così), penso alla guerra, ed è a questo punto di solito che mi commuovo, che mi vengono gli occhi un poco lucidi, penso a come molte cose siano ancora tremendamente radicate dentro di noi e a come però riusciamo a gestirle pacificamente, democraticamente (a parte sani istinti assassini verso i colleghi fascisti); e qui passo, in modo sempre ciclico e uguale, al pensiero dei limiti, dei confini sottili del vivere civile, e un poco mi spauro e un poco mi smarrisco.

E poi però mi ritrovo, mi metto in fila, appongo le mie ics, esco dal seggio, vedo persone che so, che sento, che hanno votato sbagliato, che pensano sbagliato, e capisco d’un tratto che, come quasi sempre, perderò queste minchia di elezioni di merda e torno a odiare tutto e tutti e prendo una strada con poca gente perché voglio stare sola.

Segreto n.2- (Da cui si capisce perché mi commuovo) Stiamo parlando di una, io, che ha tenuto un diario segreto per un sacchissimo di anni, scrivendoci le più inutili banalità del modo per la maggior parte del tempo, ma che lo inaugurò con una frase di cui vado orgogliosetta ancora adesso:

“Mi chiamo Clotilde Troll, ho 11 anni e vivo in un Paese libero”.

Niente di meno. (Ai tempi avevo già assunto Anna Frank, Un sacchetto di biglie, Le vetrine illuminate e Quando Hitler rubò il coniglio rosa, e si sentono tutti).

Che dire? Ragazzi, speriamo.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in A casaccio. Contrassegna il permalink.

45 risposte a due segretucci (in vista del voto)

  1. clotilde troll ha detto:

    Che nessuno mi sfrucugli su spauro, se lo dice Leopardi lo posso dire pur’io.

  2. donnerunning ha detto:

    Già….speriamo. Mi sei mancata Clotilde

  3. blanconejo ha detto:

    I bei tempi in cui si studiava Educazione civica. I bei tempi in cui si studiava.

  4. pendolante ha detto:

    Cara Clotilde. Anche io mi commuovo al voto. É atto civile e per nulla scontato. Molti lottano ancora per ottenerlo. Vedere la gente che si reca alle urne é un privilegio. Facciamolo tutti.

  5. Pingback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 23.02.13 | alcuni aneddoti dal mio futuro

  6. carcarlo ha detto:

    Cara Clotilde. Io al voto non mi commuovo mai.
    Verso lacrime dopo. Solitamente.
    Questa volta ho il magone. La tristezza, le delusione.
    Poi penso che questa è la democrazia: il popolo si è espresso. Con chiarezza.
    Cc

  7. carcarlo ha detto:

    La moderazione.
    Grande virtù.

  8. carcarlo ha detto:

    No, lo trovo divertente. Ma solo perchè so che ti infastidisce ;P
    E poi è una dlle pochissime cose di cui mi lamento (a parte le tasse).
    La democrazia è imperfetta, ma nel nostro caso non mi sembra sia la democrazia a dover essere messa in discussione. Il discorso sarebbe lungo e non è il caso di aprirlo qui.
    Se può confortarti anche io sono stato molto male per la delusione profonda.
    Oggi però mi sento meglio. Vediamo cosa succede (nel frattempo preparo i bagali, così, per sicurezza)
    Cc

  9. carcarlo ha detto:

    Moderiamooooooo è tanto tempoche nonlofacciamooooo

  10. carcarlo02 ha detto:

    Urca, stai peggio di quanto pensassi.
    Camomilla?

  11. carcarlo ha detto:

    Dunque, Clotilde cara (formula di cortesia),
    io è una settimana che cerco il lato positivo e non lo trovo. Non riesco nemmeno a riderci sopra (il che nel mio caso è gravissimo).
    Non è che tu il lato positivo l’hai trovato, per caso?
    Cc

  12. carcarlo ha detto:

    (ecco, almeno moderatamente positivo)

  13. carcarlo02 ha detto:

    Beh, in effetti piove

  14. carcarlo02 ha detto:

    Chenoiachebarbachebarbachenoia.
    Su, su, allietaci con i tuoi pensieri e racconti. Dai.
    (tra poco c’è orticola, ci andrai?)

  15. carcarlo02 ha detto:

    giusto, tu vai ai rave.

  16. carcarlo02 ha detto:

    No.
    Sarcasmo casomai. A volerla tirare per i capelli, ironia.
    Io non sono spiritoso.

  17. carcarlo02 ha detto:

    Mbeh? E per il Presidente della Repubblica non ti scomodi?

  18. carcarlo ha detto:

    siamo uniti nella preghiera

  19. carcarlo ha detto:

    Il che fa ritenere che verosimilmente verrà eletto Sbirulino

  20. Millimetrica ha detto:

    Mi spiace che tu non scriva da tanto.

    • clotilde troll ha detto:

      Questa è una cosa molto bella da leggere al mattino, appena sveglia (ma anche in qualiasi altro momento, eh) tanto più da parte di una perfetta sconosciuta ma, evidentemente, affine.
      Non scrivo e leggo solo cose di carta, in questo periodo, ma mi conosco ed è la prima cosa che ho detto di me stessa, quissù: “Questo posto è solo un’accozzaglia di cose, non lo aggiornerò spesso e comunque non a lungo”.

  21. carcarlo02 ha detto:

    Porco cane è davvero un’imprecazione da signorina per bene.
    Non sono mai stato così depresso e deluso e scoraggiato e incavolato e uffa tutto insieme come in questi giorni.
    Non capisco. Ma proprio no.

  22. carcarlo02 ha detto:

    Lo so.
    Ero qui per cercare di recarti conforto. Offrirti la consapevolezza che siamo in tanti a soffrire, ma anche offrirti una birra, eventualmente.

  23. carcarlo02 ha detto:

    Non preoccuparti, la lascio pagata e te la bevi poi da sola eh. Non sia mai.

  24. carcarlo02 ha detto:

    Già, dimenticavo, signorinatumistufi.
    Un bicchiere (bottiglia) di vino? che altro?

  25. carcarlo02 ha detto:

    sempre con moderazione, si intende

  26. (In realtà poteva andare peggio. Tipo adesso)

  27. carcarlo02 ha detto:

    Una parola, un rigo appena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...